lifearth

Web Radio

Banner

Social Network

Banner
Banner
Banner

Sondaggio Musica

Quale di questi generi preferisci?
 
Le lampade ecologiche rotte potrebbero causare livelli di inquinamento eccessivi PDF Stampa E-mail
Scritto da Loip   
Sabato 09 Luglio 2011 15:16

 

All’interno delle cosiddette lampade fluorescentilampade a risparmio energetico è presente una sostanza particolare, detta plasma di mercurio, che ne permette il funzionamento: attraversato da una corrente, questa sorta di gas emette raggi ultravioletti, che irradiando il fosforo di cui sono ricoperte le lampade producono l’emissione di luce visibile: quella che usiamo per illuminare le nostre stanze. 

Purtroppo i vapori di mercurio sono estremamente tossici, e una nuova ricerca sembra rivelare che, in caso di rottura del vetro, le lampade lo emettano per giorni o addirittura settimane,il che potrebbe portare a livelli di mercurio inaccettabili in ambienti non ventilati. La scoperta è documentata nella ricerca “Environmental Release of Mercury from Broken Compact Fluorescent Lamps.”. 
I ricercatori suggeriscono di ideare rivestimenti particolari per le lampade, che in caso di rottura impediscano la fuoriuscita del pericoloso mercurio. 

Le lampade a risparmio enegetico, oltre ai vapori di mercurio, contengono, all’interno del bulbo in plastica, vari componenti elettronici, motivo per cui devono, in ogni caso, essere smaltite non come normali rifiuti, ma come appunto rifiuti elettronici, ed essere quindi conferite nelle apposite isole ecologiche che fortunatamente sempre più numerose stanno sorgendo in varie città d’Italia. 

Oltre alla tossicità del mercurio per inalazione, bisogna altresì tenere in conto la tossicità del fosforo che riveste il vetro, che potrebbe causare problemi in caso ci si ferisca nel toccare il vetro rotto della lampada. E’ quindi opportuno imparare a prestare particolare attenzione nell’utilizzo di queste lampade, considerando che è già iniziata la loro abolizione e sta cessando per legge la produzione, partendo da quelle di potenza più bassa fino a coprire tutte le potenze entro i prossimi anni.