lifearth

Web Radio

Banner

Social Network

Banner
Banner
Banner

Sondaggio Musica

Quale di questi generi preferisci?
 
Borse di plastica vietate PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Borse di plastica vietate
Mille anni perché spariscano

I sacchetti di plastica per la spesa sono vietati. I negozi possono darli ai clienti purché gratis e finché hanno le scorte: possono cioè smaltirle ma senza farle pagare. È entrato infatti in vigore in Italia il divieto di vendere borse non biodegradabili secondo gli standard europei. Ma nel nostro paese con 20 miliardi di buste all'anno consumiamo da soli il 20 % circa di quanto usa l'Europa.

Ciafani di Legambiente: plastica indistruttibile e inquinante
''Dagli anni '80 ci siamo sempre piu' lasciati andare all'usa e getta, perdendo alcune sane abitudini rimaste invece, almeno in parte, negli altri paesi europei'', dice Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente. ''E' stato un cambiamento di abitudini troppo sbrigativo, che ci ha fatto dimenticare la sporta della spesa, come pure ci ha fatto smantellare la filiera del vuoto a rendere. Oggi con la messa al bando dei sacchetti di plastica dobbiamo recuperare alcune delle sane abitudini di un tempo''. L'ambiente non puo' che trarne giovamento: ''Sostituendo con 10 sporte riutilizzabili i 300 sacchetti di plastica che ogni italiano consuma all'anno, risparmieremo piu' di 180 mila tonnellate di petrolio e altrettante di emissioni di CO2, ma soprattutto eviteremo di disperdere nei campi, lungo le rive dei fiumi, nei mari plastica indistruttibile'', aggiunge Ciafani.

Legambiente, gia' nel novembre scorso, in previsione dell'auspicato divieto agli 'shopper' in polietilene aveva 'fatto votare la gente'. Aveva predisposto un centinaio di 'seggi' all'uscita di supermercati e centri commerciali. Sulla scheda veniva chiesto di indicare l'alternativa preferita al sacchetto di plastica, con tre opzioni: la vecchia sporta della nonna, i sacchetti in bioplastiche e i sacchetti di carta. ''Il risultato e' stato - ricorda Ciafani - che il 75% ha scelto la vecchia e buona 'sporta della nonna' nelle sue diverse varianti, dalla borsa alla retina''.

I sacchetti di plastica vivono fino a mille anni

I sacchetti di plastica sono utili per poche ore ma producono danni per un tempo lunghissimo: resta infatti nell'ambiente anche per secoli, da un minimo di 15 anni a un massimo di 1000 anni secondo l'Agenzia Europea per l'Ambiente.

E uccidono milioni di animali

Le stime parlano di circa 1000 miliardi di sacchetti all'anno venduti nel mondo: anche se solo una frazione di questi viene dispersa nell'ambiente, provoca la morte di milioni di pesci, balene, delfini, tartarughe e altri animali. L'Unep stima che uccida un milione di uccelli marini. Si sono trovati frammenti di plastica perfino nei nidi degli albatros in remote isole dell'Oceano Pacifico.

Sostanze cancerogene
Inoltre nella stampa dei sacchetti, specialmente nei paesi in via di sviluppo, ci sono spesso coloranti cancerogeni e metalli come additivi che vengono rilasciati nell'ambiente per poi riconcentrarsi negli organi interni delle specie, esseri umani compresi.

L'isola-mostro: 10 milioni di km quadrati
I sacchetti sono aerodinamici, basta poco vento per trasportarli e, a volte, formano vere e proprie ''isole'': a 800 miglia a nord delle Hawaii, nell'Oceano Pacifico, il cosiddetto Pacific Vortex, ha un'estensione che varia a seconda delle stime tra i 700 mila e i 10 milioni di Km2 e ha un peso stimato di 3 milioni di tonnellate.